Lazio, Pioli: "La continuità è la nostra malattia". Bisevac non partirà dall'inizio contro la Fiorentina | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Lazio, Pioli: “La continuità è la nostra malattia”. Bisevac non partirà dall’inizio contro la Fiorentina

«La nostra malattia? L’assenza di continuità. Nel ritorno mi aspetto molto di più, vogliamo chiudere l’andata con una capacità adatta alle nostre caratteristiche ma nel ritorno dobbiamo fare molti più punti per scalare la classifica». Lo dice il tecnico della Lazio, Stefano Pioli, nella conferenza stampa di vigilia della trasferta di domani in casa della Fiorentina. «A Firenze dovremo giocare bene – specifica Pioli proiettandosi al match di domani con i viola – Sousa sta facendo un ottimo lavoro, dovremo essere compatti. L’avversario è forte. Fiorentina sorpresa? No, perchè arriva da un percorso con positivo Montella. È sempre arrivate nelle prime posizioni in campionato, in semifinale di Coppa Italia e Europa League. Sousa l’ha perfezionata alle sue idee, è una squadra con grandi idee e capacità».«La prestazione e l’occasione con il Carpi non l’abbiamo sfruttate, di solito il giorno dopo sto già meglio, stavolta ho fatto fatica ad accettare il risultato, era un’occasione importante. Domani ne abbiamo un’altra, è il bello della nostra professione. Domani voglio vedere una squadra diversa per cercare di vincere». Così Stefano Pioli alla vigilia di Fiorentina-Lazio di domani al Franchi. Il tecnico biancoceleste analizza il momento dei suoi alla luce del pareggio interno con il Carpi: «In questo momento – ha ammesso Pioli – mi sento come quei genitori che hanno i ragazzi che vanno a scuola. Ci sono bambini che non hanno capacità, altri bambini sono intelligenti ma i professori dicono che possono dare di più. La stagione non è finita, abbiamo la capacità di scalare posizioni e giocare in Europa anche l’anno prossimo». »Sto bene fisicamente, anche se ho perso un pò di energie mentali per il trasferimento. Non vedevo l’ora che si concretizzasse il trasferimento di concentrarmi nuovamente sul campo«. Così il nuovo difensore della Lazio, Milan Bisevac, nella conferenza stampa di presentazione andata in scena a Formello. Difficilmente il serbo però riuscirà a fare il suo esordio domani a Firenze: »Non credo sia pronto dall’inizio, deve conoscere i compagni«, ha avvertito poco prima il tecnico, Stefano Pioli, precisando: »L’impressione è positiva soprattutto per i dialoghi che ho avuto con lui. È uno sveglio, gli ho fatto vedere le varie situazioni di gioco in video, ho capito che è pronto. Abbiamo preso un giocatore esperto, di personalità«. Il serbo ha scelto la maglia numero 13, la stessa indossata per tanti anni da Alessandro Nesta.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login