M5s, nasce il codice Roma: 150mila euro di multa a chi si ribella | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

M5s, nasce il codice Roma: 150mila euro di multa a chi si ribella

«I punti principali» del Codice Roma «come ad esempio la multa di 150 mila euro, sono pressappoco identici a quelli già inseriti nei precedenti codici di comportamento studiati in occasione delle elezioni politiche 2013 e delle europee 2014». È quanto si legge sul blog di Beppe Grillo a proposito de decalogo per i candidati romani. «Siamo già in campagna elettorale. E ce ne siamo accorti. Solo che mentre il M5S lavora sul territorio e si prepara al governo di Roma, c’è chi, come i partiti, prova a rivendersi qualche faccia riciclata e chi, come alcuni giornali, fa il gioco dei partiti e prova a screditarci con ogni mezzo. Ma tant’è, noi non abbiamo nulla da nascondere», si legge nel post. «Anche all’Europarlamento, infatti, si era deciso di introdurre una clausola per una multa di 250 mila euro – si legge sul blog – la ratio di quanto deciso è perché, come già ribadito in passato, ci riteniamo portavoce dei cittadini e se il M5S si candida con un programma scelto dalla cittadinanza ogni suo singolo portavoce ha l’obbligo morale e politico di rispettare quel programma».(- Il risarcimento danni, si precisa nel Codice di cui si è parlato oggi su «La Stampa», «scatta non appena gli sia notificata formale contestazione a cura dello staff coordinato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio».

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login