Stadio della Roma, la Raggi detta le nuove condizioni - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Stadio della Roma, la Raggi detta le nuove condizioni

Stadio della Roma, dalla Giunta arriva l’ok. Revisonata la delibera per l’interesse pubblico, presentate le nuove linee guida del progetto: ridotte le cubature e potenziata la Roma-Lido, edifici green ed alti standard energetici

stadio romastadio rAlla giunta arriva il via libera, tracciate le linee guida decisive per l’approvazione. Pronta la delibera che conferma l’interesse alla realizzazione dello stadio di Tor di Valle. La Giunta Capitolina ha infatti confermato il mandato al Dipartimento Programmazione ed Attuazione Urbanistica, autorizzandolo a procedere alla revisione della vecchia delibera Marino sulla base di un progetto rinnovato. Purché adeguata ai cambiamenti e a nuovi obiettivi prioritari. Le linee programmatiche illustrate dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, ed approvate in Assemblea capitolina il 3 agosto 2016, hanno infatti imposto una revisione del Business Park e un miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. Decisivi nel mese di febbraio i confronti con i soggetti proponenti, al fine di verificare la sostenibilità complessiva del progetto rispetto alle nuove esigenze.

Il progetto dovrà rispettare i seguenti obiettivi per conseguire il pubblico interesse Innanzitutto una riduzione di oltre il 50% della SUL, relativa al cosiddetto “Business park”, attraverso l’eliminazione delle torri. Poi la massima accessibilità dell’area tramite il trasporto pubblico su ferro e il potenziamento della ferrovia Roma-Lido, con un servizio minimo di 20.000 passeggeri l’ora sull’intera tratta, a cui vanno garantiti ulteriori 7.500 passeggeri l’ora sulla FL1 durante gli eventi sportivi. Il miglioramento dell’accessibilità carrabile, attraverso l’unificazione della Via Ostiense – Via del Mare nell’intero tratto tra Grande Raccordo Anulare e Viale Marconi. Decisivo anche il superamento del di rischio idrogeologico, con un intervento più esteso lungo il Fosso di Vallerano. Infine un’edificazione sostenibile di basso impatto ambientale e con elevati standard energetici, attraverso l’adozione di materiali e tecnologie d’avanguardia.

Si respira ottimismo in Campidoglio, con un soddisfatto e fiducioso Daniele Frongia, assessore allo Sport di Roma, che si esprime così: “Abbiamo rispettato i tempi, la Giunta ha oggi approvato la delibera per le nuove linee guida per la revisione della delibera originaria. Come avevamo detto, sia assessori e consiglieri procediamo secondo i tempi previsti. Sicuramente questo è un documento che presenteremo in conferenza dei servizi, il 5 aprile. A breve l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori darà maggiori informazioni sull’iter che seguirà”.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login