RIFIUTI - Roma sporca nel mirino della Bbc - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

RIFIUTI – Roma sporca nel mirino della Bbc

rifiuti_bis_romaRoma è sporca ma per risolvere il problema dei rifiuti ricorrere al trasporto all’estero, arricchendo l’Austria. E’ il succo di un servizio della Bbc, rilanciato anche su internet, in cui si segue il viaggio della spazzatura: dai cumuli abbandonati per strada all’inceneritore in Austria, dove ogni settimana in treno vengono spedite circa 2.500 tonnellate di rifiuti romani.
Il servizio, dal titolo “la spazzatura di Roma in Austria, cosa sta facendo così lontana da casa?”, parte con una immagine a cui noi siamo ormai abituati ma che per un osservatore straniero appare impensabile per quella che la giornalista, Bethany Bell, definisce «una delle città più belle del mondo»: primo piano di cestini strapieni nei pressi di Campo de’ Fiori, gabbiani e piccioni che banchettano tra i rifiuti. «La sindaca di Roma, Virginia Raggi – spiega il servizio della Bbc – aveva promesso che avrebbe ripulito la città ma i cassonetti straboccanti sono ancora una visione comune». La cattiva gestione e la corruzione sono alla base dei problemi dei rifiuti romani, secondo la Bbc, che poi però cambia scenario, si sposta in Austria, seguendo i treni che, dopo un viaggio di 1.000 chilometri, portano (per un totale di 70 mila tonnellate) i rifiuti nell’inceneritore di Zwentendorf. E qui, per un servizio che Roma paga a caro prezzo (siamo nell’ordine delle 138 euro a tonnellate) gli austriaci grazie a questo impianto producono energia che serve 170mila abitazioni.
Nella versione on line, la Bbc ricorda che «perfino nell’elegante quartiere di Prati, vicino al Vaticano, non è difficile vedere il problema di Roma con i rifiuti»

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login