Emergenza rifiuti, Zingaretti suona la carica: «Rischio rivolta nei comuni dell’hinterland» - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Emergenza rifiuti, Zingaretti suona la carica: «Rischio rivolta nei comuni dell’hinterland»

zing_rifiuti«Bisogna fare molta attenzione, perché una politica che ha la pretesa e l’arroganza di portare i rifiuti di Roma in altri comuni può far scattare una rivolta di chi è contrario». Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, intervenendo ad un convegno alla Camera di Commercio di Roma.«L’idea che si possa andar avanti dicendo “tanto i rifiuti li mandiamo in altri comuni” – ha sottolineato il governatore – è un’idea non solo tecnicamente complessa ma anche irrealizzabile perché l’Unione Europea vigilia e dà indicazione di lavorare i rifiuti nei luoghi dove sono prodotti. Non è polemica, ma si vuole individuare una soluzione che non è quella di dire ‘collochiamo i rifiuti in altri comunì». Parlando della raccolta differenziata e dei propositi della giunta Raggi di arrivare al 70% entro il 2022, Zingaretti ha aggiunto che «c’è sempre il problema del 30% che va lavorato e conferito».

email


Leggi anche…




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *