Roma, due morti in 24 ore: uccisi con pugnalata al cuore. Un fermo - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Roma, due morti in 24 ore:
uccisi con pugnalata al cuore. Un fermo

Un 35enne romano, evaso dai domiciliari, ammette di aver aggredito una transessuale nel Parco del Turismo. Per gli inquirenti sarebbe responsabile anche della morte di un giovane di 20 anni trovato senza vita in uno stabile in periferia

roma_pugnalataDue coltellate dritte al cuore: così sono stati uccisi a Roma, nell’arco di 24 ore, una trans romena di 27 anni e, poche ore dopo, un ventenne nordafricano. La Polizia ha arrestato un uomo di 35 anni con precedenti per tentato omicidio e reati contro il patrimonio, che era evaso giovedì 9 novembre dagli arresti domiciliari a Ostia Antica, disfacendosi del braccialetto elettronico e facendo perdere le proprie tracce.

L’evaso, arrestato sabato pomeriggio sul Lungotevere dei Vallati, è accusato di evasione, rapina ed omicidio, ed è stato rinchiuso nella casa circondariale di Regina Coeli. Sull’omicidio della transessuale, aggredita al parco del Turismo nel quartiere Eur, sembrano esserci pochi dubbi anche perché sul posto sono stati rinvenuti effetti personali del sospetto. Lui stesso ha ammesso l’incontro con la trans che credeva fosse una donna, ma non l’omicidio: probabilmente a far esplodere la sua rabbia è stata la scoperta che era transessuale. La 27enne viveva in un camper in una situazione di degrado, come mostrano anche queste immagini.

Sono invece tuttora in corso gli accertamenti sul secondo caso, avvenuto con modalità simili in un palazzo abbandonato a San Basilio. Anche in questo caso, infatti, la vittima è stata colpita al petto da un pugnale la cui lama ha raggiunto il cuore. Il 35enne ha confermato di aver incontrato il 20ennema ha ha negato di averlo ucciso. “Abbiamo trascorso la notte insieme consumando cocaina”, avrebbe raccontato, “ma l’ho lasciato all’alba ed era ancora vivo”. Il giovane è stato trovato agonizzante da un altro nordafricano in un casale abbandonato, rifugio di molti senzatetto: è morto mentre veniva trasportato d’urgenza in ospedale.

email


Leggi anche…