Simone Inzaghi: da outsider a protagonista in Serie A - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Simone Inzaghi: da outsider a protagonista in Serie A

inzaghi2Il terzo posto in classifica, il secondo miglior attacco e un gioco riconosciuto tra i migliori dell’intero campionato. Questo, e tanto altro, è la Lazio di Simone Inzaghi, il mister passato dall’essere un vero e proprio outsider a protagonista in Serie A. E pensare che la sua avventura sulla panchina biancoceleste era cominciata per caso, quando l’ex attaccante dei capitolini si trovò a traghettare la squadra prima dell’arrivo a Roma del Loco Bielsa.

La sua fortuna, e quella di Lotito, fu proprio il non approdo a Roma del tecnico argentino, che all’ultimo minuto disse no alla società laziale. Da lì arrivò la riconferma di Simone Inzaghi, fratello minore di quel Pippo Inzaghi tanto amato dai tifosi del Milan, prima nelle vesti di bomber e poi di allenatore.

Quest’anno la sua Lazio sta viaggiando a gonfie vele e dopo ventitré partite di campionato è terza in classifica, a quota 46 punti, ad una lunghezza di vantaggio sull’Inter ed a tredici punti dalla Juventus seconda.

Un cammino oltre le più rosee aspettative, fatto di bel calcio, gol e giocate di altissima cifra tecnica. Non a caso, sotto la sua guida, Ciro Immobile sta trovando la consacrazione come uno dei migliori attaccanti italiani in circolazione, ed anche europei. Ma l’ex attaccante del Torino non è l’unico ad aver trovato il suo ambiente ideale. Grazie ai dettami tecnici e tattici di Simone Inzaghi sono esplosi altri calciatori, finiti sotto i riflettori delle big europee. Primo su tutti lo spagnolo Luis Alberto, ex meteora del Liverpool arrivato a parametro zero a Roma. Quest’anno il talentuosissimo spagnolo sta dimostrando di avere tecnica da vendere, deliziando i suoi tifosi a suon di giocate di altissima classe, assist e gol. Su di lui si sono accesi i riflettori di mezza Europa, e il presidente Lotito già si frega le mani pregustando una possibile maxi plusvalenza da portare a termine nel calciomercato estivo.

Altro gioiello sfornato dalla Lazio di Simone Inzaghi è Milinkovic Savic. Una mezzala in grado di spostare gli equilibri della squadra. Forte fisicamente e tatticamente, il giovane serbo sta facendo faville in maglia biancoceleste e sembra essere pronto ormai per il grande salto nei più grandi palcoscenici d’Europa.

Oltre al campionato, dove la Lazio punta alla qualificazione in Champions League ai danni di una tra Roma e Inter, gli uomini di mister Simone Inzaghi sono ancora in corsa per la Coppa Italia, dove dovranno disputare la semifinale di ritorno contro il Milan all’Olimpico, e in Europa League. Nei sedicesimi di finale i biancocelesti dovranno vedersela contro i rumeni della Steaua Bucarest ed il passaggio del turno è ampiamente alla portata, basti guardare le quote antepost sull’Europa League di Sky Bet. La gara di andata è prevista in Romania il prossimo 15 febbraio, mentre il ritorno si disputerà il 22 febbraio a Roma.

Quest’anno, quindi, potrebbe essere quello della consacrazione definitiva per il tecnico Simone Inzaghi, già corteggiato dalla Juventus nel caso in cui Max Allegri dovesse dire addio alla panchina bianconera al termine della stagione.

email