Pallotta chiede scusa alla Raggi per il tuffo nella fontanae dona 230 mila euro - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Pallotta chiede scusa alla Raggi
per il tuffo nella fontana
e dona 230 mila euro

Sullo stadio della Roma stiamo procedendo secondo il cronoprogramma

 Dopo l’episodio del bagno nella fontana di piazza del Popolo, ieri sera per i festeggiamenti della vittoria della Roma con il Barcellona, il presidente della Roma, James Pallotta si era sentito questa mattina con la sindaca di Roma, Virginia Raggi, scusandosi per quanto accaduto e rassicurando che pagherà la multa. E il presidente ha mantenuto la parola: “Ringraziamo il presidente Pallotta per la sua generosità, dopo il tuffo di ieri (nella fontana di piazza del Popolo, ndr) ha deciso di compiere un gesto estremamente generoso nei confronti della città e vuole donare 230 mila euro per restaurare la fontana del Pantheon”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi dopo aver incontrato il presidente della Roma in Campidoglio.
Nell’incontro tra la Raggi e Pallotta si è parlato anche dello stadio: “Sullo stadio della Roma stiamo procedendo secondo il cronoprogramma. Voglio ricordare che con questo progetto arrivano 800 milioni di investimenti stranieri sulla città e quindi è evidentemente una grandissima opportunità di rilancio per l’economia di roma e del paese. Stiamo andando avanti a tempi serrati e ce la faremo”.

– Ma Pallotta ha voluto parlarec ancora della grande impresa con il Barcellona in Champions League. Non poteva mancare l’elogio di Di Francesco, i complimenti alla squadra. James Pallotta è raggiante e spende belle parole per tutta la sua Roma. “Ero molto felice quando ho saputo del sorteggio col Barcellona. Sapevo che molta gente pensava avremmo perso, ma ieri abbiamo mostrato a tutti di cosa è capace la squadra giocando una partita incredibile per 94 minuti – le parole del presidente dopo l’incontro in Campidoglio con la sindaca Raggi -. Non è stata fortuna, quindi davvero non mi interessa contro chi giocheremo in semifinale, penso che possiamo affrontare chiunque, lo abbiamo dimostrato ieri. Chi prendiamo prendiamo al sorteggio di venerdì, non vedo l’ora di giocare altre due partite e spero lo siano anche le persone qui a Roma”. Pallotta poi passa ad analizzare le scelte di Di Francesco. “A volte la squadra ha degli alti e bassi, ma giocando in quel modo per 94′ minuti ha dimostrato che può giocare contro chiunque. Quello che Di Francesco ha fatto cambiando tatticamente è stato brillante, non penso che il Barcellona se lo aspettasse. Ogni calciatore ha giocato alla grande. Dzeko è stato il migliore in campo”. Pallotta è tornato anche sul tuffo nella fontana di Piazza del Popolo dopo il successo per 3-0 dell’Olimpico. “Ringrazio la sindaca per la multa, meritatissima, di 450 euro.

Mi scuso, mi sono lasciato prendere dall’entusiasmo perché credo sia stata una serata meravigliosa per tutti noi, ma non voglio assolutamente incoraggiare tuffi nella fontana a meno che qualcuno non voglia riparla”, le sue parole. E infatti proprio per dimostrare personalmente quanto non incoraggi gesti del genere ho deciso di donare 230 mila euro per restaurare la fontana di fronte al Pantheon. Ribadisco: “amate questa città, io la amo”.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login