Incendio all'ospedale Villa San Pietro: trasferiti dei pazienti - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Incendio all’ospedale Villa San Pietro:
trasferiti dei pazienti

Le fiamme sono divampate nella notte, intorno alle 4. Il rogo si sarebbe sviluppato a causa di un cortocircuito al generatore del blocco operatorio

incendio-sanpietro-ospedaleUn incendio è scoppiato nella notte all’ospedale Villa San Pietro a Roma. Secondo le prime informazioni, le fiamme sarebbero divampate intorno alle 4. A causare il rogo sarebbe stato un cortocircuito al generatore del blocco operatorio. Si è sprigionato molto fumo, che avrebbe raggiunto anche il reparto di rianimazione del nosocomio, che si trova in via Cassia nella Capitale.

Al momento 15 pazienti della struttura sono stati trasferiti dal 118 in altri ospedali. Tra di loro ci sono anche cinque bambini.  Secondo quanto si è appreso dalla direzione, potrebbero essere spostati anche tutti gli altri degenti ricoverati, si tratterebbe di circa 400 persone, perché la struttura è al momento senza corrente in quanto è fuori uso la colonna dell’impianto elettrico. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia.

La Regione Lazio ha attivato l’unità di crisi in seguito all’incendio che si è sviluppato, la notte scorsa, nell’ospedale Villa San Pietro. In una nota l’Assessorato regionale alla Sanità ha spiegato: “È prontamente scattato il piano di emergenza e tutti i servizi di soccorso e antincendio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ed è stata istituita prontamente l’Unità di crisi coordinata dall’Ares 118 per il trasferimento dei pazienti presso gli altri ospedali limitrofi che sono stati tutti allertati. Sul posto si stanno recando per verificare la situazione l’Assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato e il Direttore Sanitario dell’Ares 118, Domenico Ientile”.

email