SPALLANZANI - Un morto, cause ancora da definire - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

SPALLANZANI – Un morto, cause ancora da definire

spallanzani-770x513-660x330 (1)Incendio allo Spallanzani di Roma, un morto. Sarà la polizia scientifica e l’autopsia a chiarire le cause della morte del paziente, un uomo di 53 anni, del reparto di immunodeficienza virale diretto dal Prof. Andrea Antinori. Era un paziente cosiddetto “allettato”, cioè non camminava e veniva curato in stanza. L’emergenza è scattatata in pochi secondi ma il paziende purtroppo è stato trovato già morto. Da escludere il decesso dovuto alla propagazione delle fiamme in quanto il corpo è stato trovato solo parzialmente ustionato. In una nota ufficiale diramata dalla Direzione Generale si precisa quanto segue: “In data odierna intorno alle 16,30, si è verificato un incendio circoscritto e limitato ad un singolo posto letto occupato da un paziente ricoverato presso la Terza Divisione dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani.

Tutti i sistemi di allarme, emergenza ed evacuazione sono scattati immediatamente. Nonostante il pronto intervento del personale di assistenza e della squadra di emergenza antincendio, il paziente è purtroppo deceduto.

Le cause dell’incendio sono ora al vaglio degli inquirenti. Tutti i materiali presenti nella stanza sono ignifughi e a norma.

Attualmente sono in corso i rilievi da parte dell’Autorità di Pubblica Sicurezza, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Scientifica.

Per motivi precauzionali tutti i pazienti ricoverati nel reparto sono stati immediatamente evacuati e ricollocati all’interno dell’ospedale e non hanno subito alcuna conseguenza.
La Direzione dell’Istituto ringrazia il personale che è intervenuto prontamente, la squadra di emergenza interna, la vigilanza e i Vigili del Fuoco e porge le condoglianze alla famiglia del deceduto”.
Si apprende che gli evacuati sono 27 degenti e sono stati distribuiti in altri posti letto liberi di altri reparti fino a quando il Pm della procura di Roma non darà l’autorizzazione al dissequestro del reparto.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login