Accoltellato dopo rissa fuori da un locale. Lite forse per una ragazza. Due fermi - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Accoltellato dopo rissa fuori da un locale.
Lite forse per una ragazza. Due fermi

Un ragazzo è stato accoltellato, la notte tra venerdì e sabato, all'uscita di un locale del centro: ha riportato lesioni guaribili in 20 giorni. I due fermati hanno 24 e 25 anni

polizia2019Nuovo episodio di violenza a Roma. A pochi giorni di distanza dal ferimento del nuotatore Manuel Bortuzzo, centrato da un colpo di pistola lo scorso weekend all’Axa, un ragazzo è stato accoltellato la notte tra venerdì 8 e sabato 9 febbraio durante una lite all’uscita di un locale del centro della Capitale. La polizia ha rintracciato e fermato due ragazzi romani di 24 e 25 anni. Secondo quanto accertato, il ragazzo ha riportato lesioni guaribili in 20 giorni.

La polizia è intervenuta in via San Nicola da Tolentino, in zona piazza Barberini, trovando delle tracce di sangue in una strada vicina. Alla base della lite ci sarebbe stato, secondo le ricostruzioni effettuate dagli agenti del commissariato Castro Petrorio e del Reparto Volanti, uno sguardo e qualche apprezzamento di troppo a una ragazza. Dopo una prima scazzottata all’esterno della discoteca la vittima, uno studente di Giurisprudenza, figlio di professionisti e pugile, è entrato nel locale, mentre gli altri due, che sarebbero stati respinti all’ingresso dai buttafuori, lo hanno aspettato all’uscita. Ci sarebbe stata così una seconda lite, e quando il ragazzo è caduto a terra, è stato colpito quattro volte con il coltello da uno dei fermati, mentre l’altro lo teneva fermo. Attraverso la visione delle immagini di videosorveglianza e i rilievi della polizia scientifica, gli agenti hanno constatato che anche uno degli aggressori è rimasto ferito, colpendosi da solo con il coltello a una gamba.

Setacciando gli ospedali di Roma, il 24enne è stato individuato. Il ragazzo aveva dichiarato ai medici di essere inciampato ed è stato poi così trovato a casa dove, nascosti in una sacco della spazzatura, sono stati ritrovati anche gli indumenti insanguinati. Il 25enne è stato invece rintracciato grazie ad alcuni messaggi Whatsapp che si era scambiato con l’altro ragazzo. Secondo quanto si è appreso, uno dei due fermati era stato arrestato per un episodio analogo anni fa, durante il quale dopo una lite

email