Sabrina Ferilli terrorizzata dallo stalker: "Il mio incubo lungo cinque anni" - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Sabrina Ferilli terrorizzata dallo stalker: “Il mio incubo lungo cinque anni”

sabrina-ferilliDa cinque anni vittima di uno stalker. Sessanta mesi in cui Sabrina Ferilli ha dovuto guardarsi costantemente le spalle. Va avanti ormai dal 2014 una persecuzione senza tregua, che ha spinto l’attrice a denunciare un uomo che la segue di nascosto da troppo tempo. L’artista si è presentata giovedì in procura. Di fronte al pubblico ministero Daniela Cento, Ferilli ha raccontato il suo dramma. Una deposizione durata almeno un paio d’ore.

Apprensione, paura, terrore e quella sensazione di essere spiata, osservata e fotografata di nascosto. Così l’attrice, nata a Roma nel giugno del 1964, è finita al centro delle attenzioni squilibrate di un uomo. È stata la stessa artista, pochi mesi fa, a denunciare le minacce subite alle forze dell’ordine. In procura è stata ascoltata giovedì per fornire alcuni dettagli. Lo stalker non sarebbe una persona sconosciuta all’attrice. Si tratterebbe infatti di un suo fan accanito.

Sabrina Ferilli avrebbe deciso di denunciare l’uomo, un italiano di 60 anni, solo dopo aver cercato di convincerlo, più volte, a desistere. Tuttavia non ci sarebbe stato niente da fare. L’uomo imperterrito ha continuato a seguire di nascosto l’attrice. Una situazione delicata che ha comportato alcune modifiche nello stile di vita dell’attrice. Proprio per evitare di incrociare il 60enne.

Lettere dai contenuti equivoci, foto rubate, appostamenti sotto casa, fuori dai negozi, oppure dagli studi televisivi o dai set cinematografici. Questo il repertorio andato in scena dal 2014 ad oggi. Una brutta storia che ha travolto la vita privata dell’attrice.

Sabrina Ferilli non è l’unico personaggio famoso che vive sulla propria pelle il terrore di una persona ossessionata – come recita l’articolo 612 bis del codice penale – e capace di “cagionare un fondato timore per l’incolumità”. Stessa storia allucinante per la collega Sarah Felberbaum. In questo caso lo stalker sarebbe però un ex fidanzato. Donna la presunta “persecutrice” di Luisa Corna, che prima sporse una denuncia e pochi mesi dopo la ritirò. A perdonare il suo stalker anche il cantante Pupo: “Se chiedi scusa ritiro la querela”, disse l’artista toscano a un uomo che via web lo minacciava di morte. E fu di parola perché alle scuse presentate dall’uomo corrispose, lo scorso 14 gennaio, il ritiro dell’esposto da parte del cantante.

Hanno invece deciso di dar corso alla giustizia Giada de Blanck e Licia Colò. Entrambe vittime di due uomini che sostenevano di essere innamorati, le tempestavano di chiamate e lettere, senza che le avessero mai conosciute. Per questo i due uomini, in rispettivi processi, sono imputati per stalking. Reato per il quale è stato condannato a un anno e mezzo di carcere Goffredo Imperiale, che per due anni aveva reso impossibile la vita alla giornalista e conduttrice tv Monica Leofreddi.

Anche Flavio Insinna è stato vittima nel 2014 di una fan particolarmente accanita. La donna gli spediva lettere, mail, messaggi su facebook. Infine si sarebbe resa protagonista di diversi appostamenti sotto la sua abitazione. Una vicenda che ricorda da vicino quella di Sabrina Ferilli.

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login