DOMANI SI RECITAL! - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

DOMANI SI RECITAL!

FotoLo scorso cinque maggio si è svolto presso il “Barnum Seminteatro”, il divertente spettacolo dal titolo “Domani si Recital”, avente come protagonisti Claudia Campagnola e Marco Morandi, con la partecipazione del Maestro Giorgio Amendolara che ha accompagnato il duo alla tastiera.

La vicenda vede Claudia e Marco alle prese con l’allestimento di un imminente show e tutto ciò che ne consegue: scelta dei pezzi, introduzione delle canzoni, momenti di intrattenimento recitativo e quant’altro. Una vera e propria costruzione di un recital in cui si cerca di non lasciare nulla al caso, passando attraverso battute, simpatiche prese in giro e voglia di divertirsi.

Ciò che colpisce lo spettatore è la notevole disinvoltura con cui il trio si pone nei confronti del pubblico: non sembra esserci un copione scritto, ogni parola appare come figlia dell’improvvisazione ed in qualche punto l’ironia ha coinvolto talmente tanto i protagonisti da indurli a ridere senza riuscire a frenarsi, portando i presenti ad applaudire di tutto cuore.

Molte le citazioni fatte durante lo spettacolo, in termini musicali e non: Rino Gaetano, Lucio Dalla, Eugenio Montale, Trilussa, Malala Yousafzai e ancora, gli scioglilingua di Claudia Campagnola (Petrolini e la filastrocca “Una vecchia inecchia buffecchia”), il brano scritto da Marco Morandi in occasione della partecipazione a Sanremo con i “Percentonetto” e alla fine…beh un omaggio al papà Gianni con un medley divertentissimo dei brani più noti del cantante monghidorese.

Il comportamento dei due attori merita un’attenzione particolare: tanto Marco Morandi quanto Claudia Campagnola calcano il palcoscenico ormai da diverso tempo. Non sono certamente neofiti ma Professionisti del settore; entrambi hanno recitato in teatri importanti del panorama romano e non, hanno fatto esperienze televisive, radiofoniche e cinematografiche. Ciononostante, hanno accettato di esibirsi in un piccolo teatro di una trentina di posti circa, mettendo in luce la loro umiltà e naturalezza. Ecco, davanti a certi esempi di superbia che purtroppo non sono rari nel mondo dello spettacolo, comportamenti di questo genere devono essere sottolineati e messi nella giusta luce.

Ancora complimenti a Claudia e Marco con la voglia di rivederli presto in scena (magari con una replica di “Domani si Recital”) e l’augurio di rimanere sempre così veri e spontanei.

 Stefano Boeris

email




Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login