Gli studenti tornano in piazza, giovedì corteo a Roma | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

Gli studenti tornano in piazza, giovedì corteo a Roma

Studenti in piazza domani in varie città italiane contro le linee guida del Governo su «La Buona Scuola». A Roma un corteo sfilerà per le vie del centro storico da piazza della Repubblica a piazza Santi Apostoli, attraversando via Cavour, i Fori Imperiali e piazza Venezia. Sono cinquemila al momento i partecipanti previsti alla manifestazione, organizzata da Rete della Conoscenza, Unione degli studenti e Link- coordinamento universitario, che partirà alle 9.30. «Domani il Governo presenterà in Consiglio dei Ministri il ddl per tradurre in via legislativa le linee guida de La Buona Scuola – dicono gli studenti – torneremo in tantissime piazze del Paese principalmente per contrastare questa idea. Gli studenti chiedono »un altro modello di scuola, ma anche di sviluppo che superi le disastrose politiche di austerity«. Danilo Lampis, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti, sottolinea: »Vogliono calarci dall’alto una riforma che in buona parte risponde alle esigenze dell’impresa e dei poteri forti del Paese. A confermarlo vi sono le nuove agevolazioni previste per chi sceglie le scuole private. Non è stato messo al centro chi vive la scuola pubblica ogni, in primis gli studenti«. »Domani sarà soltanto la prima tappa di un percorso di mobilitazione più che necessario – continua Lampis – Non ci limitiamo a richiedere il ritiro de La Buona Scuola, ma stiamo opponendo delle valide alternative. Vogliamo una «Altra scuola» che riparta da sette priorità: un nuovo diritto allo studio col fine di raggiungere la piena gratuità dell’istruzione; un’alternanza scuola-lavoro finanziata e qualificata; finanziamenti per il rilancio della scuola pubblica; una riforma della valutazione in chiave democratica; investimenti sostanziosi sull’edilizia scolastica; un ripensamento radicale dell’autonomia scolastica; una riforma dei cicli scolastici, dei programmi e della didattica«. E intanto oggi sono scesi in piazza i ragazzi del liceo Virgilio di via Giulia per rivendicare più spazi. Gli studenti hanno manifestato in via Petroselli davanti la sede del Municipio I, nel centro storico, esponendo uno striscione con su scritto »Riprendiamoci i nostri spazi«. A partecipare alla manifestazione spontanea circa cento studenti che hanno chiesto l’assegnazione delle aule nel plesso Tavani Arquati, su Lungotevere Farnesina, recentemente assegnate al Liceo Kennedy. La protesta ha fatto registrare molti disagi al traffico in zona.

email

Bisogna effettuare il login per inviare un commento Login