25 aprile. Nella Tuscia si spera il tutto esaurito - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

25 aprile. Nella Tuscia si spera il tutto esaurito

CivitaPonte del 25 aprile. Nella Tuscia si spera il tutto esaurito, secondo le previsioni della Confesercenti di Viterbo. Il bel tempo, infatti, giunto in maniera alquanto improvvisa, ha spinto le prenotazioni last minute per il 25 aprile soprattutto verso il mare.

Secondo il monitoraggio condotta da Assoturismo Confesercenti – CST, la saturazione dell’offerta ricettiva nazionale disponibile online per la Festa della Liberazione si attesta sul 72%, trainata dalle performance di città d’arte e località balneari, dove risulta occupato in media oltre l’80% delle camere offerte sul web. Un dato in grande crescita rispetto a pochi giorni fa (al 20 aprile era stato riservato solo il 66% delle stanze), anche grazie al meteo: cielo sereno e temperature in aumento hanno infatti portato ad un boom di vacanzieri dell’ultimo minuto, in particolare verso le località balneari, sia lacustri che marine, per le quali questo 25 aprile segna, di fatto, l’apertura della stagione estiva. Sotto le attese, invece, i flussi turistici nelle altre tipologie di destinazione.

Per quanto riguarda le città più prenotate, tra le mete che già registrano oltre il 90% delle camere prenotate, accanto alle solite Firenze, Roma e Venezia ci sono anche Bologna, Napoli, Mantova, Genova e località prettamente balneari, come Lignano Sabbiadoro (che vede il 95% della disponibilità già occupata) e Iesolo. Ma anche Riva del Garda, Bellaria-Igea Marina, Castiglione della Pescaia e Capri hanno già venduto l’80% delle camere messe in vendita online.

Tra le Regioni, invece, le performance migliori si registrano in Sardegna (78%) Toscana e Trentino Alto-Adige (77%). Per quanto riguarda il Lazio i dati sono in crescita in numerose località balneari.

“Nella Tuscia – afferma Vincenzo Peparello, presidente della Confecertenti di Viterbo – le prenotazioni sono in aumento soprattutto per quanto riguarda le località costiere e quelle sul lago di Bolsena. Anche nella città capoluogo si sta registrando una crescita delle richieste nelle strutture ricettive. Questo è un segnale positivo e importante per il turismo del territorio. Si spera nel tutto esaurito”

Wanda Cherubini

email