L'arte aiuta l'ospedale. Una conferenza al San Giovanni Addolorata - Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio | Il Nuovo Corriere di Roma e del Lazio
Direttore responsabile Giovanni Tagliapietra

L’arte aiuta l’ospedale. Una conferenza al San Giovanni Addolorata

INVITO_Klimt Experience_Roma - Complesso Monumentale San Giovanni-AddolorataLa Sala delle Donne del Complesso Monumentale San Giovanni-Addolorata ospiterà dal 10 febbraio al 10 giugno la mostra “Klim Experience”, organizzata dalla Crossmedia Group, società fiorentina da anni operante a livello europeo nella valorizzazione dei beni culturali.

L’Azienda Ospedaliera San Giovanni-Addolorata possiede, come è noto, un prezioso patrimonio storico, artistico, culturale e architettonico che si colloca in una zona strategica della “città eterna”, tra le più belle e conosciute d’Italia. Tale ricchezza permette l’elaborazione di progetti per un futuro più sostenibile, dando luogo anche a reti di partenariato pubblico/privato per una migliore gestione della “sanità pubblica”.

In quest’ottica l’Azienda condivide con la Crossmedia Group un’esperienza artistica che si colloca all’interno della Sala delle Donne, valorizzando la propria storia, integrata con le moderne arti visive di comunicazione tecnologica, e contemporaneamente consolidando la propria mission di struttura deputata a garantire la salute pubblica.

La scelta di una collaborazione pubblico-privato, infatti, offre il vantaggio di acquisire finanziamenti aggiuntivi che contribuiranno a rinnovare le tecnologie sanitarie dell’Ospedale.

La Sala delle Donne vanta una propria storia singolare. Con la sua costruzione, intorno alla seconda metà del XVII secolo, si realizza il rinnovamento definitivo dell’antico Ospedale. La struttura è stata edificata come un ambiente destinato in via esclusiva al ricovero delle donne inferme e gravide. Prende forma così un insuperabile esempio di architettura barocca romana, “…sintesi tra gli insegnamenti del Bernini e Borromini…”.

KLIMT Experience”

Klimt Experience” è una rappresentazione multimediale immersiva dedicata alla vita e alle opere del Padre fondatore della Secessione che, assieme ad altri artisti, coltivò il mito dell’opera d’arte totale, della democratizzazione del bello e della creatività le cui maggiori opere sono entrate a far parte della cultura popolare. Eppure Klimt resta un artista da scoprire e soprattutto da raccontare. Questo è l’obiettivo del percorso esperienziale; entusiasmare, affascinare, meravigliare il pubblico di giovani e adulti invitandoli ad approfondire la conoscenza dell’uomo e dell’artista, la comprensione delle sue opere, la lettura stilistica attraverso la messa in scena spettacolare dei dettagli e della tecnica pittorica.  

Klimt Experience, grazie all’emozionante colonna sonora, alla straordinaria qualità delle immagini selezionate dallo storico dell’arte Sergio Risaliti e dal regista Stefano Fomasi, al contributo didattico dell’area introduttiva alla mostra arricchita dall’esperienza integrata di realtà virtuale con gli Oculus VR e dall’esposizione degli abiti con le textures disegnate dall’artista viennese, propone al visitatore un’immersione totale, senza soluzione di continuità, in un mondo simbolico, enigmatico e sensuale, dove si realizza il trionfo di un’arte senza confini.

email


Leggi anche…